Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Continuando nell'utilizzo di questo sito acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Ci impegnamo nel fornirvi la migliore esperienza online durante la visita al nostro sito web. In tale processo utilizziamo cookie standard di terzi per ottenere i dati relativi al vostro comportamento online durante la visita ai nostri siti web e registriamo anche la frequenza delle vostre visite ai nostri siti web. Raccogliamo le informazioni in forma anonima ed esse non vi identificano come individui, salvo il caso in cui decidiate di iscrivervi esplicitamente al nostro sito inserendo i vostri dati.
Se non desiderate accettare la presente Policy siete pregati di non continuare con l’utilizzo del nostro sito web.

Cosa tracciamo
Non utilizziamo cookie intrusivi sui nostri siti web per raccogliere le vostre informazioni personali. Utilizziamo invece cookie standard di terzi, come Google Analytics, per tracciare il vostro comportamento online e ottenere le informazioni statistiche a livello aggregato nei modi che seguono:
• tracciamo il numero di visite ai nostri siti web, come il visitatore ha raggiunto il sito (vale a dire il sito web da voi visitato prima di accedere al nostro sito) e il sito di destinazione di ogni visitatore (vale a dire il sito web che visitate dopo aver lasciato il nostro);
• un cookie è memorizzato sul vostro dispositivo per non più di due (2) anni ed è collegato al vostro indirizzo IP. I cookie sono piccoli file di testo che il vostro browser salva sul vostro dispositivo. Ciò ci permette di rilevare se tornate a visitare i nostri siti web.

Come gestire i cookie
I nostri cookie non memorizzano informazioni finanziarie o che permettono di identificarvi direttamente (quale il vostro nome o indirizzo). I cookie permettono ai nostri siti di recuperare le informazioni relative alla vostra esperienza online. Se non desiderate che tracciamo tali informazioni, potete configurare il vostro browser in modo da rifiutare i cookie. Se desiderate agire in tal senso, potete fare riferimento alle istruzioni per l’utente del vostro browser di internet per scoprire come cancellare e rifiutare i cookie. Siete pregati di notare che la mancata accettazione dei cookie potrà influenzare la vostra esperienza di utenti nei nostri siti web e limitare il vostro utilizzo di alcune funzionalità e servizi del sito.

Cookie di terzi
Durante la visita al nostro Portale, potrete notare dei contenuti di terzi, quali ad esempio mappe ed altri contenuti. Vi offriamo anche l’opportunità di impegnarvi ulteriormente con noi e di condividere le informazioni con altri mediante social network quali Facebook ed altri. Con l’aggiunta dei contenuti vi teniamo aggiornati sulle informazioni selezionate con cura che potrete trovare rilevanti o di vostro interesse, ciò però potrà comportare che provider terzi memorizzino cookie aggiuntivi sul vostro dispositivo, cookie sui quali non abbiamo alcun tipo di controllo. Di conseguenza, vi consigliamo di verificare i siti web di tali terzi e le loro policy sulla privacy per avere maggiori informazioni circa i loro cookie e le modalità di gestione di questi ultimi.

Cookie utilizzati sul nostro Portale
Il nostro sito potrà, di volta in volta, contenere dei link a siti web di terzi. Se seguite un link a tali siti di terzi, siete pregati di notare che i siti hanno le loro policy sulla privacy e sui cookie e non accettiamo alcun tipo di responsabilità in relazione a tali policy. Siete pregati di verificare tali policy prima di fornire qualsiasi dato personale a tali siti web.
Seguono alcuni esempi dei cookie utilizzati su questo sito, comprese le informazioni sulla loro finalità e altre informazioni utili. Siete pregati di notare che se scegliete di accedere a siti di terzi mediante il nostro portale, l’elenco che segue potrebbe non essere completo.

Google-analytics.com
Tipo Parte terza di Google Inc.
Finalità Google analytics imposta i cookie per permetterci di tracciare l’utilizzo delle pagine e dei servizi sui nostri siti
Quali dati sono memorizzati? Durata della visita, pagine visionate, ubicazione, sistema operativo, browser, path d’ingresso, numero di visite
Link a dati personali? No
Tipo di cookie? Permanente
Permanente? 2 anni
Cookie di terzi? Sì, Google Inc.
Policy di terzi Visualizza

Modifiche alla presente Policy
Qualsiasi modifica futura alla nostra Policy sarà postata sulla pagina presente.

Contatti
Domande, commenti e richieste in merito alla presente Policy sono ben accette e dovranno essere indirizzate all'indirizzo email di questo sito presente nel piè di pagina

Cutro

Per girare Il Vangelo secondo Matteo, Pier Paolo Pasolini scelse come luoghi per le riprese varie località, scorci e città italiane, come appunto Cutro, la cui origine viene fatta risalire attorno al V secolo a.C. Il Vangelo secondo Matteo (film completo qui:

è un'opera incentrata sulla vita di Gesù come descritta nel Vangelo secondo Matteo. Fece scalpore ma vinse anche parecchi prestigiosi premi, e questa potrebbe essere la perfetta presentazione dell'uomo e regista Pasolini. Come in tanti film del regista, anche qui ci si avvalse di attori non professionisti. Pasolini, che aveva già letto il Vangelo nel 1942, lo rilesse ancora ad Assisi nel 1962 e fu in quella occasione che ebbe l'idea di un film su questo tema. Nel 1964 aveva ben pianificato tutto, ma non sapeva ancora a chi far interpretare Gesù.
Scelse, durante un incontro su tutt'altra questione, un ragazzo spagnolo, Enrique Irazoqui (nel film doppiato da Enrico Maria Salerno) il quale raccontò il fatto: "Nel '64, era l'epoca di Franco, io ero l'unico del sindacato clandestino che parlasse italiano. Avevo 19 anni. Si decise che sarei andato in Italia a contattare persone note che ci appoggiassero nella lotta contro il fascismo. L'ultimo giorno a Roma conobbi un poeta di sinistra. Andai a casa sua e gli esposi i piani della resistenza spagnola. Anziché comportarsi nel solito modo, cioè interrompendomi, quest'uomo mi ascoltò fino a quando terminai di parlare e allora si alzò e mi disse che sarebbe andato in Spagna, ma che contemporaneamente avrei potuto fargli un favore. Da due anni aveva in preparazione un film su Cristo, seguendo letteralmente il Vangelo secondo San Matteo, però non aveva ancora trovato l'attore che potesse interpretare il personaggio principale. Voleva che lo facessi io. Gli risposi che avevo cose più importanti da realizzare, come la costruzione della fratellanza universale... Alla fine mi convinse Elsa Morante, una scrittrice amica di Pasolini che in seguito fu la migliore amica che ebbi nella mia vita".

Il Vangelo secondo Matteo, un ritocco di Pasolini al costume dell'interprete.  


Cutro non fu la sola location di Il Vangelo secondo Matteo. Difatti fu girato, oltre che  a Le Castella di Isola Capo Rizzuto, anche in Basilicata (a Barile, nei Sassi di Matera e nel cortile interno del Castello di Lagopesole), in Lazio (a Chia frazione di Soriano nel Cimino) e Puglia (Ginosa nella Gravina, Massafra, Manduria, Castel del Monte e Gioia del Colle). Una curiosità: l'interprete principale Enrique Irazoqui (di madre italiana), in seguito economista e professore di letteratura, viveva e tuttora vive a Cadaqués, paese turistico catalano meta di Vip o similari. Irazoqui, essendo pure un esperto di tecnologia dell'informazione e di intelligenza artificiale, è anche l'ideatore e organizzatore del più importante torneo di scacchi tra computer del mondo. E' lui stesso un abile giocatore di scacchi ed è spagnolo.
Questo ci collega nuovamente a Cutro, che ricevette il titolo di città proprio dal re spagnolo Filippo II e grazie a una partita di scacchi. Il fatto merita di essere raccontato. Nel XVI secolo la Spagna – mentre i suoi conquistadores sterminavano a milioni gli indigeni del centro e sud America – amava le arti e il buon vivere, incluso il gioco degli scacchi. Difatti il campione d'Europa era monsignore Rodrigo (Ruy) López de Segura, fra l'altro vescovo di Segura e confessore del re. A Cutro c'era un abile scacchista, Giovanni Leonardo Di Bona, detto "il Puttino", a cui capitò nel 1560 di giocare con Ruy Lopez, venendo battuto.

Ma bravissimo lo era di sicuro. Addirittura a Cutro – non si sa però se si tratta solo di leggenda – ebbe l'opportunità, e il coraggio, di giocare con il capo dei pirati saraceni che avevano catturato, fra gli altri, suo fratello. Vinse Di Bona e non solo si fece restituire il fratello ma vinse pure 200 ducati al pirata, il quale era evidentemente non solo un amante degli scacchi ma anche uno sportivo di parola. Di Bona poi si recò a Madrid (facendo finta di essere inesperto e battendo così durante il viaggio tutti coloro che giocavano, a soldi, con lui) e nell'estate del 1575 si presentò nel locale in cui era solito giocare Ruy Lopez.

Cominciarono scommettendo 50 scudi a partita e la cosa andò alla lunga con esiti alterni. Filippo II, messo al corrente, li invitò a corte organizzando quello che fu il primo torneo magistrale della storia di cui si abbia notizia. Vi parteciparono gli spagnoli  Ruy Lopez  e Alfonso Cerón e gli italiani  Giovanni Leonardo Di Bona e il siracusano Paolo Boi. Si classificarono primo Di Bona e secondo Boi e così i campioni divennero gli italiani detronizzando gli spagnoli. Filppo II offrì a Di Bona un ricchissimo compenso ma l'uomo rifiutò, chiedendo invece, e ottenendo, che Cutro venisse dichiarata città e che per vent'anni non pagasse tasse al re spagnolo. L'evento è raffigurato nel dipinto Sfida scacchistica alla Corte di Spagna di Luigi Mussini, custodito dal Monte dei Paschi di Siena.


Sfida scacchistica alla Corte di Spagna di Luigi Mussini.

Poco da fare, allora c'erano grandi uomini. Non sempre apprezzati, difatti Di Bona fu avvelenato da invidiosi, però in Italia. La sua vittoria viene ricordata ogni anno, la sera del 12 agosto, nella piazza centrale di Cutro – dove è stata costruita una scacchiera pavimentale gigante in onore dell'illustre concittadino – con una partita a scacchi viventi con centinaia di figuranti. Per queste ragioni Cutro ha ricevuto il titolo di Città degli Scacchi. Annualmente, in aprile, ospita un rinomato torneo internazionale al quale partecipano talenti scacchistici di tutto il mondo.
Anche Cutro ha belle spiagge, come quella della frazione di Steccato costeggiata da piante di eucaliptus e dalla sabbia fine e bianca, e quella meno frequentata di Marinella di Cutro dalla fine sabbia pure lei, ma grigia. Il mare è sempre cristallino, con fondali non subito molto profondi e pertanto adatti alle famiglie. Ha una buona ricettività turistica e non mancano opportunità di svago, incluse le discoteche e le iniziative anche serali per giovani organizzate dagli stabilimenti balneari.


Cutro.

 

Locandine dei film girati in questa location

Clicca per ingrandire le locandine

cutro

made with love from Joomla.it

 

Cutro

Buone & Cattive nuove

Il giornale Cinema & Turismo colma un vuoto nelle rassegne cinematografiche italiane creando la Mostra Nazionale del Cinema in Costume...
Da mercoledì 1 a mercoledì 8 ottobre la prima edizione della Festa del Cibo d’autore e del Cinema goloso a Salsomaggiore...
La  Sardegna Film Commission, diretta da Nevina Satta, si è attivata affinché la regista Lina Wertmuller abbia finalmente un riconoscimento...