Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Continuando nell'utilizzo di questo sito acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Ci impegnamo nel fornirvi la migliore esperienza online durante la visita al nostro sito web. In tale processo utilizziamo cookie standard di terzi per ottenere i dati relativi al vostro comportamento online durante la visita ai nostri siti web e registriamo anche la frequenza delle vostre visite ai nostri siti web. Raccogliamo le informazioni in forma anonima ed esse non vi identificano come individui, salvo il caso in cui decidiate di iscrivervi esplicitamente al nostro sito inserendo i vostri dati.
Se non desiderate accettare la presente Policy siete pregati di non continuare con l’utilizzo del nostro sito web.

Cosa tracciamo
Non utilizziamo cookie intrusivi sui nostri siti web per raccogliere le vostre informazioni personali. Utilizziamo invece cookie standard di terzi, come Google Analytics, per tracciare il vostro comportamento online e ottenere le informazioni statistiche a livello aggregato nei modi che seguono:
• tracciamo il numero di visite ai nostri siti web, come il visitatore ha raggiunto il sito (vale a dire il sito web da voi visitato prima di accedere al nostro sito) e il sito di destinazione di ogni visitatore (vale a dire il sito web che visitate dopo aver lasciato il nostro);
• un cookie è memorizzato sul vostro dispositivo per non più di due (2) anni ed è collegato al vostro indirizzo IP. I cookie sono piccoli file di testo che il vostro browser salva sul vostro dispositivo. Ciò ci permette di rilevare se tornate a visitare i nostri siti web.

Come gestire i cookie
I nostri cookie non memorizzano informazioni finanziarie o che permettono di identificarvi direttamente (quale il vostro nome o indirizzo). I cookie permettono ai nostri siti di recuperare le informazioni relative alla vostra esperienza online. Se non desiderate che tracciamo tali informazioni, potete configurare il vostro browser in modo da rifiutare i cookie. Se desiderate agire in tal senso, potete fare riferimento alle istruzioni per l’utente del vostro browser di internet per scoprire come cancellare e rifiutare i cookie. Siete pregati di notare che la mancata accettazione dei cookie potrà influenzare la vostra esperienza di utenti nei nostri siti web e limitare il vostro utilizzo di alcune funzionalità e servizi del sito.

Cookie di terzi
Durante la visita al nostro Portale, potrete notare dei contenuti di terzi, quali ad esempio mappe ed altri contenuti. Vi offriamo anche l’opportunità di impegnarvi ulteriormente con noi e di condividere le informazioni con altri mediante social network quali Facebook ed altri. Con l’aggiunta dei contenuti vi teniamo aggiornati sulle informazioni selezionate con cura che potrete trovare rilevanti o di vostro interesse, ciò però potrà comportare che provider terzi memorizzino cookie aggiuntivi sul vostro dispositivo, cookie sui quali non abbiamo alcun tipo di controllo. Di conseguenza, vi consigliamo di verificare i siti web di tali terzi e le loro policy sulla privacy per avere maggiori informazioni circa i loro cookie e le modalità di gestione di questi ultimi.

Cookie utilizzati sul nostro Portale
Il nostro sito potrà, di volta in volta, contenere dei link a siti web di terzi. Se seguite un link a tali siti di terzi, siete pregati di notare che i siti hanno le loro policy sulla privacy e sui cookie e non accettiamo alcun tipo di responsabilità in relazione a tali policy. Siete pregati di verificare tali policy prima di fornire qualsiasi dato personale a tali siti web.
Seguono alcuni esempi dei cookie utilizzati su questo sito, comprese le informazioni sulla loro finalità e altre informazioni utili. Siete pregati di notare che se scegliete di accedere a siti di terzi mediante il nostro portale, l’elenco che segue potrebbe non essere completo.

Google-analytics.com
Tipo Parte terza di Google Inc.
Finalità Google analytics imposta i cookie per permetterci di tracciare l’utilizzo delle pagine e dei servizi sui nostri siti
Quali dati sono memorizzati? Durata della visita, pagine visionate, ubicazione, sistema operativo, browser, path d’ingresso, numero di visite
Link a dati personali? No
Tipo di cookie? Permanente
Permanente? 2 anni
Cookie di terzi? Sì, Google Inc.
Policy di terzi Visualizza

Modifiche alla presente Policy
Qualsiasi modifica futura alla nostra Policy sarà postata sulla pagina presente.

Contatti
Domande, commenti e richieste in merito alla presente Policy sono ben accette e dovranno essere indirizzate all'indirizzo email di questo sito presente nel piè di pagina

Ala

Ala è di origine romana e fu per millenni luogo di commerci e di controlli, essendo luogo di confine. Non per nulla i romani vi avevano costruito una stazione di sosta per il cambio dei cavalli. Secoli dopo, nel Rinascimento, arrivò un'ulteriore fonte di reddito sotto forma di bachi da seta e dei relativi alberi di gelso, le cui foglie ne erano la fonte di nutrimento. Ciò diede vita alla produzione locale, famosa anche all'estero, del velluto di seta, purtroppo crollata nella seconda metà dell'Ottocento. Ciò nonostante tale attività non è stata dimenticata, tanto che ancora oggi nel luglio di ogni anno si tiene la manifestazione in costumi settecenteschi "Città di Velluto".

Visite guidate in costume ad Ala.


Altra mazzata per Ala si verificò dopo la Prima guerra mondiale, con la sparizione del confine fra l'Italia e l'Impero Austro-ungarico. Niente più commerci e neppure contrabbando di tabacco, che rappresentava per una cospicua parte della gente di quelle zone una non indifferente fonte di reddito. Basti pensare che come conseguenza molti si trasferirono e interi borghi si spopolarono. Tale tipo di contrabbando era più che tollerato e addirittura i gendarmi austriaci pattugliavano solo le zone in cui sapevano che non sarebbero passate le file di contrabbandieri con sacchi interi di tabacco sulle spalle e persino con tanto di carri zeppi tirati da buoi. Lo stesso capitava al di qua del confine, perché per contrastarlo seriamente sarebbe bastato appostarsi alla località delle Nevi, sempre nella zona di Ala, dove uomini e animali trovavano non solo l'unica sorgente d'acqua ma persino un'osteria e magazzini. Con l'avvento dell'unità d'Italia questo tollerato bengodi finì, perché si sa che nessuno batte le autorità italiane quanto a tasse, ieri e oggi.

I fasti del passato – benché Ala sia tutt'ora un comune ben popolato – sono rappresentati dalle antiche residenze, come i palazzi Angelini, Zanderighi, de Gresti e de' Pizzini. Quest'ultimo ospitò personalità illustri del calibro dello Zar Nicola I di Russia e Napoleone Bonaparte, nonché il celeberrimo pianista Wolfgang Amadeus Mozart il quale proprio qui scrisse numerose composizioni. Tuttora Palazzo de' Pizzini custodisce pianoforti dell'epoca di Mozart, Schubert e Chopin, restaurati e facenti parte della collezione della pianista Temenuschka Vesselinova. Ogni prima domenica di ogni mese è possibile persino ascoltarli. Ala – a parte la modestissima soap opera locale del 2004 Vite incrociate diretta da Nuccio Ambrosino – è stata location di due fiction televisive, anche se il suo caratteristico centro storico e le altre bellezze potrebbero in tal senso essere molto più utilizzate. La prima fu la miniserie in due puntate I figli strappati (2006), diretta da Massimo Spano, con protagonisti Antonia Liskova e Daniele Pecci e andata in onda su Rai1. Tratta la vera storia di una madre alla ricerca dei suoi bambini deportati in Germania dai nazisti, qui uno spezzone:

Il tema figli-madre deve evidentemente attirare il regista Spano, visto che due anni dopo sempre ad Ala girò un'altra miniserie in due puntate, Una madre, andata in onda nel 2008 su Rai1 e con protagonista Violante Placido.
Quest'ultima, figlia d'arte, è decisamente eclettica artisticamente. Difatti non solo è cantante col nome di Viola ma è riuscita a dare anima, e pure corpo, a personaggi fra loro lontanissimi come la pornostar Moana Pozzi nella miniserie televisiva, qui:

e la Fata dai capelli turchini (per capirci, quella della favola di Carlo Collodi) nella miniserie  televisiva Pinocchio (2009) diretta da Alberto Sironi, qui:

Attenzione, queste ultime due miniserie non ebbero location ad Ala.


Violante Placido in Una madre

made with love from Joomla.it

 

Location in Trentino

made with love from Joomla.it

Buone & Cattive nuove

Il giornale Cinema & Turismo colma un vuoto nelle rassegne cinematografiche italiane creando la Mostra Nazionale del Cinema in Costume...
Da mercoledì 1 a mercoledì 8 ottobre la prima edizione della Festa del Cibo d’autore e del Cinema goloso a Salsomaggiore...
La  Sardegna Film Commission, diretta da Nevina Satta, si è attivata affinché la regista Lina Wertmuller abbia finalmente un riconoscimento...