Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Continuando nell'utilizzo di questo sito acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Ci impegnamo nel fornirvi la migliore esperienza online durante la visita al nostro sito web. In tale processo utilizziamo cookie standard di terzi per ottenere i dati relativi al vostro comportamento online durante la visita ai nostri siti web e registriamo anche la frequenza delle vostre visite ai nostri siti web. Raccogliamo le informazioni in forma anonima ed esse non vi identificano come individui, salvo il caso in cui decidiate di iscrivervi esplicitamente al nostro sito inserendo i vostri dati.
Se non desiderate accettare la presente Policy siete pregati di non continuare con l’utilizzo del nostro sito web.

Cosa tracciamo
Non utilizziamo cookie intrusivi sui nostri siti web per raccogliere le vostre informazioni personali. Utilizziamo invece cookie standard di terzi, come Google Analytics, per tracciare il vostro comportamento online e ottenere le informazioni statistiche a livello aggregato nei modi che seguono:
• tracciamo il numero di visite ai nostri siti web, come il visitatore ha raggiunto il sito (vale a dire il sito web da voi visitato prima di accedere al nostro sito) e il sito di destinazione di ogni visitatore (vale a dire il sito web che visitate dopo aver lasciato il nostro);
• un cookie è memorizzato sul vostro dispositivo per non più di due (2) anni ed è collegato al vostro indirizzo IP. I cookie sono piccoli file di testo che il vostro browser salva sul vostro dispositivo. Ciò ci permette di rilevare se tornate a visitare i nostri siti web.

Come gestire i cookie
I nostri cookie non memorizzano informazioni finanziarie o che permettono di identificarvi direttamente (quale il vostro nome o indirizzo). I cookie permettono ai nostri siti di recuperare le informazioni relative alla vostra esperienza online. Se non desiderate che tracciamo tali informazioni, potete configurare il vostro browser in modo da rifiutare i cookie. Se desiderate agire in tal senso, potete fare riferimento alle istruzioni per l’utente del vostro browser di internet per scoprire come cancellare e rifiutare i cookie. Siete pregati di notare che la mancata accettazione dei cookie potrà influenzare la vostra esperienza di utenti nei nostri siti web e limitare il vostro utilizzo di alcune funzionalità e servizi del sito.

Cookie di terzi
Durante la visita al nostro Portale, potrete notare dei contenuti di terzi, quali ad esempio mappe ed altri contenuti. Vi offriamo anche l’opportunità di impegnarvi ulteriormente con noi e di condividere le informazioni con altri mediante social network quali Facebook ed altri. Con l’aggiunta dei contenuti vi teniamo aggiornati sulle informazioni selezionate con cura che potrete trovare rilevanti o di vostro interesse, ciò però potrà comportare che provider terzi memorizzino cookie aggiuntivi sul vostro dispositivo, cookie sui quali non abbiamo alcun tipo di controllo. Di conseguenza, vi consigliamo di verificare i siti web di tali terzi e le loro policy sulla privacy per avere maggiori informazioni circa i loro cookie e le modalità di gestione di questi ultimi.

Cookie utilizzati sul nostro Portale
Il nostro sito potrà, di volta in volta, contenere dei link a siti web di terzi. Se seguite un link a tali siti di terzi, siete pregati di notare che i siti hanno le loro policy sulla privacy e sui cookie e non accettiamo alcun tipo di responsabilità in relazione a tali policy. Siete pregati di verificare tali policy prima di fornire qualsiasi dato personale a tali siti web.
Seguono alcuni esempi dei cookie utilizzati su questo sito, comprese le informazioni sulla loro finalità e altre informazioni utili. Siete pregati di notare che se scegliete di accedere a siti di terzi mediante il nostro portale, l’elenco che segue potrebbe non essere completo.

Google-analytics.com
Tipo Parte terza di Google Inc.
Finalità Google analytics imposta i cookie per permetterci di tracciare l’utilizzo delle pagine e dei servizi sui nostri siti
Quali dati sono memorizzati? Durata della visita, pagine visionate, ubicazione, sistema operativo, browser, path d’ingresso, numero di visite
Link a dati personali? No
Tipo di cookie? Permanente
Permanente? 2 anni
Cookie di terzi? Sì, Google Inc.
Policy di terzi Visualizza

Modifiche alla presente Policy
Qualsiasi modifica futura alla nostra Policy sarà postata sulla pagina presente.

Contatti
Domande, commenti e richieste in merito alla presente Policy sono ben accette e dovranno essere indirizzate all'indirizzo email di questo sito presente nel piè di pagina

Airola

 

Airola è un comune del Beneventano in cui il regista Enzo Morzillo girò interamente Malanapoli - la ventunesima stella (2013), film di camorra, sparatorie, omicidi e malavita (c'è anche un riferimento all'uccisione di Annalisa Durante, quattordicenne uccisa per errore a Forcella nel 2004), ma noi lo scegliamo perché affronta anche altri temi sociali, come la famiglia, mettendo in risalto i sentimenti di un padre pentito dopo essere stato visto dalla figlia durante un assassinio. Una pellicola che lascia un segno sempre netto: dallo sgomento per le continue vittime, a volte anche innocenti, ai sentimenti deboli degli stessi malavitosi dinanzi ai propri affetti. Il film racconta di un camorrista che ha sempre nascosto alla figlia ventunenne la sua attività criminale; ma 'a buscia nun tene 'e scelle (in dialetto, "la bugia non ha le ali" e quindi non può volare via e dunque prima o poi viene smascherata), e durante una rapina la ragazza scopre la verità. Prodotto da Antonio Ciccone e Valentina Petrillo per la Cinefiction EuroItalia, il cast annovera la partecipazione straordinaria di Mariano Rigillo  – fra gli altri, interprete anche di Te lo leggo negli occhi (2004) di Valia Santella e  con Stefania Sandrelli nonché di Lezioni di volo (2007) di Francesca Archibugi e con Giovanna Mezzogiorno. Il cast di Malanapoli - la ventunesima stella comprendeAnna Teresa Rossini, Alfio Liotta, Patrizio Rispo, Antonio Ciccone. Quest'ultimo – già uno degli interpreti della miniserie televisiva in onda su Rai1 Il caso Enzo Tortora - Dove eravamo rimasti? (2012) diretto e interpretato come protagonista da Ricky Tognazzi – nel film ha il ruolo del killer "Enzo o' skizz", ma in realtà ne fu anche il produttore. A proposito di questo suo lavoro Ciccone aggiunse: "Malanapoli - la ventunesima stella non è il solito film sulla camorra e la politica, ma anche un film d'amore, visti i numerosi intrecci che vi sono all’interno. È un film che lascia il segno, nel bene e nel male. Alla fine, dopo una serie di vicissitudini, il male viene sconfitto". (Vedi qui il trailer:

Ma il motivo principale per cui abbiamo scelto un film di questo tipo è la contrapposizione: se gli antichi romani chiamavano la regione "Campania felix", un motivo dovrà pur esserci! È forse, questo motivo, nascosto nella sua bellezza, nella storia e nella cultura? Sì!

Airola è dominata dal Monte Tairano e dai resti del castello medievale adagiato sulla collina di Monteoliveto e che, pur avendo perduto molte delle sue strutture originarie, rimane suggestivo grazie anche alla sua collocazione in una posizione incantevole. Alcuni teorizzano la sua esistenza già nel X secolo, come punto di fuga dei cittadini dagli assedi longobardi. Al di là di questa ipotesi, è certo che esso si presenta come il monumento più antico di questa cittadina, che alla fine del '700 venne elevata a rango di città regia dai Borbone, quale premio per aver ceduto le sorgenti del Fizzo, le cui acque, immesse nella condotta che passa per i maestosi Ponti della Valle di Maddaloni (opera del pittore e architetto Luigi Vanvitelli) vanno ad alimentare le scenografiche cascate della Reggia di Caserta (progettata sempre da Vanvitelli). E Vanvitelli è un cognome che torna pure in un'altra grande costruzione airolese: la Chiesa della SS. Annunziata. Costruita nel 1562, venne arricchita nel XVIII secolo da un elegante campanile e da una splendida facciata su disegno appunto del grande Vanvitelli la cui "mano" è visibile pure negli ambienti interni, dove sono custoditi varie opere d'arte  (come l'Assunzione della Vergine di Francesco Curia e l'Adorazione dei Magi di Pietro Negroni), e la sacrestia. Tra gli altri edifici religiosi citiamo la Chiesa di San Michele Arcangelo a Serpentara, così detta perché l'8 maggio 1511 nella precedente chiesa rurale di S. Maria Maddalena, ora distrutta, mentre il sacerdote era intento a leggere il Vangelo sarebbero apparsi due grossi serpenti che – nella foga di un corteggiamento o di una vera lotta, non si sa bene – sarebbero addirittura saliti sull'altare facendo cadere il calice. In seguito a questo accadimento nefasto, secondo la leggenda, fu deciso di edificare una nuova chiesa e dedicarla a San Michele Arcangelo, aggiungendo il termine "serpentari". Purtroppo però l'edificio è chiuso al pubblico a causa dei danni del terremoto del 1980. Lo stesso accadde per la Chiesa di San Domenico, poi restaurata e riaperta venti anni dopo, caratterizzata da una navata unica, sette altari originari (oggi ridotti a cinque) e la statua raffigurante la Madonna del Taburno. Ma di certo ad Airola le chiese e i conventi non mancano. A proposito del terremoto sarà bene ricordare che colpì il 23 novembre la Campania centrale e la Basilicata centro-settentrionale con una forza di circa 6,9 Richter e del X grado della scala Mercalli, causando quasi 300.000 sfollati, 8.848 feriti e 2.914 morti. Ad aggiungere la beffa al danno si consideri che in certe zone i soccorsi non si videro per giorni, e i danni stimati inizialmente in 8000 miliardi di lire salirono a 60.000 grazie anche a una caterva di politici, politicanti, funzionari, imprenditori e semplici cittadini che disonestamente si appropriarono di larga parte dei fondi, alla faccia delle vittime.

La Chiesa della SS. Annunziata.

Altri edifici di valore storico sono Palazzo Ducale e Palazzo Montevergine. Il primo, costruito verso la seconda metà del 1500, dopo l'abbandono del castello divenne la principale residenza della famiglia Caracciolo. Nel 1932 lo Stato, divenuto proprietario dell'edificio, adibì la vecchia residenza ducale in riformatorio femminile, per poi trasformarla in casa di rieducazione e in istituto penale per minorenni. È qui che nel 2013 è stato girato il corto Storia di un attimo, diretto da Antonella D'Agostino e Vincenzo Soriano, che per mezzo delle storie di sette ragazzi (al momento veri detenuti, così come il set è stato l'attuale penitenziario di Airola) tratta i sette peccati capitali (ira, superbia, accidia, lussuria, invidia, avaria, gola) tratta il loro incontro in carcere con Vincenzo, ex meccanico di origini modeste diventato, per sua scelta, guardia penitenziaria. L'iniziativa rientra nel progetto di cinema sociale dell'Associazione "Orfani della vita" e si deve all'attività della cantautrice D'Aria e dell'attore Vincenzo Soriano, già protagonista anche nella serie televisiva Rai La nuova Squadra 3, in onda dal 2008 al 2011. Soriano da anni è fortemente impegnato nel sociale.  (Vedi qui:

http://www.tvdigit.it/filmati-di-cronaca/player/attualit%C3%A0-e-cronaca/storia-di-un-attimo-di-v-soriano-e-a-dagostino.html

Airola naturalmente vanta un'enogastronomia degna di tale nome ed è animata da variegate iniziative, incluse quelle organizzate dall'attiva pro loco, come gli itinerari guidati storico-ambientali sulle orme dei sanniti e l'esposizione presso Palazzo Capone degli abiti nuziali indossati dalle spose locali dal 1960 al 1979.

made with love from Joomla.it

 

Location in Campania

made with love from Joomla.it

Buone & Cattive nuove

Il giornale Cinema & Turismo colma un vuoto nelle rassegne cinematografiche italiane creando la Mostra Nazionale del Cinema in Costume...
Da mercoledì 1 a mercoledì 8 ottobre la prima edizione della Festa del Cibo d’autore e del Cinema goloso a Salsomaggiore...
La  Sardegna Film Commission, diretta da Nevina Satta, si è attivata affinché la regista Lina Wertmuller abbia finalmente un riconoscimento...